IL CONTRATTO DA FREELANCE

 

 

Ogni freelance o libero professionista si relaziona con diverse parti senza alcun rapporto di dipendenza con esse e pertanto senza alcun contratto di lavoro dipendente.

La natura del lavoro svolto come freelance pertanto spesso porta a sottostimare l’importanza di un contratto scritto che esprima con esattezza i termini dell’accordo.

Di conseguenza è sempre opportuno per il freelance predisporre un contratto scritto per consolidare il contenuto dell'accordo e prevenire eventuali future problematiche.

 

Gli elementi chiave di un contratto da freelance

 

I dati delle parti

Sembra scontato, ma spesso nei contratti non vengono indicati con esattezza tutti i dati utili delle parti. Questi dati sono fondamentali e, oltre ai dati di identità di una persona fisica o giuridica, è indispensabile indicare gli indirizzi fisici o elettronici per le comunicazioni (pec, o quantomeno email ordinarie).

 

Il contenuto della prestazione e la durata del contratto

Il libero professionista deve specificare minuziosamente il contenuto della propria prestazione al fine di evitare contestazioni o malintesi futuri. Pertanto deve indicare tutto quello che è incluso e quello che invece deve considerarsi escluso dall’accordo e che quindi necessita di un’integrazione del prezzo e di un nuovo preventivo.

Indispensabile è anche specificare le tempistiche per la realizzazione della prestazione, al fine di non lasciar dubbi sui termini per la consegna.

Se il contratto prevede prestazioni periodiche, invece, le parti dovranno specificare la durata del contratto e la previsione di un eventuale tacito rinnovo, con possibilità di disdetta da comunicarsi per iscritto con congruo preavviso.

 

Il pagamento del corrispettivo

Altro elemento indispensabile è l’indicazione dell'ammontare del prezzo/corrispettivo della prestazione effettuata.

Pertanto è opportuno specificare il prezzo lordo, nonché quello al netto di imposte, ecc.

Il freelance farà bene poi a specificare le modalità di pagamento e in particolare i termini per il pagamento.

E’ utile infine indicare quali saranno le conseguenze di eventuali ritardi nel pagamento; per esempio le parti potranno indicare l’applicazione degli interessi moratori, la possibilità di agire immediatamente in giudizio e, in casi estremi, la risoluzione del contratto per inadempimento.

 

Altre clausole standard

I contraenti potranno indicare l’eventuale possibilità di recesso di una parte o entrambe le parti, clausola utile nel caso in cui una delle due parti non abbia più intenzione di rimanere vincolata al contratto.

Infine è opportuno indicare il foro competente in caso di controversie, nonché predisporre un'informativa privacy.

 

Quanto indicato costituisce il contenuto fondamentale di un contratto di servizi da freelance.

E’ naturale che in base al settore di servizi nel contesto del quale si colloca il contratto dovranno essere incluse anche altre clausole più specifiche, tuttavia queste appena elencate possono considerarsi lo scheletro del contratto che permette ad un libero professionista di lavorare in maniera più serena e concentrarsi sul proprio lavoro piuttosto che su eventuali rischi futuri.

Per qualsiasi dubbio al riguardo o approfondimento sulla predisposizione di appropriati contratti è possibile contattare lo Studio all'indirizzo email risorse@cplegalstudio.com o al numero 02/83591541.