Paycheck Protection Program: dagli USA prestiti per le PMI

Il programma PPP (Paycheck Protection Program) della Small Business Administration è stato varato negli USA il 29 marzo e rientra nel Cares Act emanato al fine di supportare le piccole e medie imprese americane (o straniere con filiali americane) con meno di 500 dipendenti durante il periodo di lockdown dovuto all’epidemia attuale da coronavirus.


Il programma PPP prevede che ogni azienda possa chiedere una somma pari a 2,5 volte il costo medio mensile del personale fino ad un massimo di 10 milioni di dollari.


Sul sito ufficiale della SBA si spiega come la somma ricevuta debba essere utilizzata per almeno il 75% per il pagamento di stipendi, e per il resto per pagamento di affitti, mutui o forniture.


Tale somma verrà versata all’azienda richiedente tramite prestito erogato senza necessità di alcuna garanzia personale e da restituire entro due anni con un interesse dell’1%.


La somma ricevuta diventerà un finanziamento a fondo perduto nei limiti in cui la società richiedente mantenga l’occupazione e i livelli salariali o riassuma i dipendenti licenziati.



Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo Studio

Post recenti

Mostra tutti